LA CAPOLISTA MOSTRA LA SUA FORZA

Nulla da fare per la Casoratese di coach Lazzarini, che dopo la tumultuosa settimana in cui è arrivata la notizia dell’addio di Giorgio Bellotti (finito a Gallarate, in C Gold), ha dovuto fare i conti con la capolista Gorla Cantù, squadra di un livello superiore a tutte le formazioni del girone, che può contare su dodici giocatori di grande qualità, divisi ottimamente tra giovanissimi under 20 e senior esperti, come l’ex serie A Digiuliomaria, lo scorso anno vincitore della C Gold con la maglia di Bernareggio.

L’introduzione alla partita conferma le sensazioni che si potevano avere: Casorate non riesce praticamente mai a tenere il passo degli ospiti, più pronti e reattivi sulle palle vaganti, ma soprattutto più lucidi nelle letture e maggiormente presenti vicino a canestro.

Il divario è già ampissimo all’intervallo lungo, quando il team ABC è avanti 26 a 44. Nel secondo tempo la musica non cambia e Gorla si impone con un netto 59 a 92. Per Casorate ora è tempo di pensare al futuro, archiviare un match che difficilmente le nostre rivali dirette vinceranno e concentrarsi per l’ultimo appuntamento prima della pausa natalizia, quello di venerdì contro MilanoTre, squadra alla portata, ma che va affrontata con il giusto spirito.

 

GS Casoratese – Team ABC Cantù 59 – 92

(14-23, 26-44, 44-70)

GS Casoratese: Turano F. 17, Lagger 2, Magni, Battiston, Appendini 20, Gianoli 2, Boieri 6, Ferrazzi, Grieco 6, Colombo 6, Tomasini. All. Lazzarini

Team ABC Cantù: Tremolada 12, Pagani 12, Ronchetti 4, Molteni M. 2, Molteni T. 11, Ruzzon 5, Nasini 2, Digiuliomaria 14, Pifferi 7, Pedalà 8 , Borsani 6, Olgiati 9. All. Borghi

Annunci

SERIE C: CASORATE INCANTA E VINCE

La Casoratese di coach Lazzarini ritrova i propri uomini più importanti, gioca una partita di solidità in quel di Voghera e vince 48 a 72 prendendo una vera e propria boccata d’aria.

Casorate – come dice il titolo – incanta a Voghera; i gialloblu di Lazzarini si lasciano alle spalle i risultati negatvi e ripartono dal duro lavoro svolto in palestra negli ultimi mesi giocando senza pensieri in un palazzetto da palcoscenici di prestigio. Dopo un primo quarto transitorio coach Lazzarini effettua il primo accorgimento tattico, mettendo a zona i propri ragazzi: Voghera si imbriglia nella difesa della Casoratese, che preme sull’acceleratore sfruttando bene le transizioni e i capovolgimenti di fronte; 25 a 37 il punteggio alla pausa lunga.

Nel secondo tempo, dopo un paio di minuti di “forcing” dei padroni di casa, sono ancora Lagger e compagni a prendere in mano le redini del gioco: contropiedi illuminanti e ottima fluidità di gioco in attacco gli ingredienti dell’allungo, con le note positive di Turano (15), Lagger (24 e probabilmente per la seconda volta in stagione libero da qualsiasi problema fisico) e poi i tabellini silenziosi ma decisivi della coppia Belotti-Appendini. Nell’ultimo periodo Voghera trova nuovamente la zona di Casorate in opposizione e alza bandiera bianca. Finisce 48 a 72 per la Casoratese, che sabato ospiterà la capolista Gorla Cantù con grande fame di vittoria e una consapevolezza ritrovata.

Questa l’analisi di un soddisfatto Giorgio Lazzarini a fine gara: “Abbiamo mosso bene il pallone impedendo loro di attaccare con fluidità. Quando siamo al completo – e questa era solamente la seconda volta che accadeva – e al 100% della condizione, siamo un’ottima squadra; sempre SE giochiamo con testa e voglia, due elementi fondamentali per il prossimo match e in generale per prosieguo della stagione”.

 

ASD Phoenix Iria Basket – GS Casoratese 48 – 72

(15-18, 25-37, 38-54)

ASD Phoenix Iria Basket: Olivi, Lo bianco 10, Farina 5, Rolandi 10, Famureua 3, Ragni 10, Pate, Carandini 3, Campeggi, Putignano 6. All Pivi
GS Casoratese: Turano 15, Lagger 24, Pandolfi, Battiston 3, Appendini 6, Gianoli 4, Bellotti 13. Boieri 2, Grieco 3, Colombo 2. All Lazzarini

 

SERIE C: RITROVIAMO NOI STESSI

A Buccinasco basta una prova appena sufficiente per passare al Pastorelli con il punteggio di 46 a 65.

Partita con poco da raccontare quella di sabato sera, Casorate regge un quarto e poi è costretta all’inseguimento: una rincorsa che va oltre il punteggio, ma si rifà anche al ritmo stesso della partita, sempre dettato dagli ospiti, caparbi nel negare qualsiasi tipo di reazione a Casorate, che in realtà ha più colpe rispetto ai meriti degli ospiti, apparsi sicuramente alla portata di Lagger e compagni.

Un KO che non fa bene al morale, ma che può servire a far riflettere. Il cambiamento dall’inizio dell’anno sembra evidente, ma probabilmente è solo un abbaglio: i ragazzi sono gli stessi, il coach anche, l’impegno e la disponibilità ci sono. Adesso serve un pizzico di “cattiveria in più”, una tensione pre-partita positiva, non negativa; entrare in campo per vincere è fondamentale, farlo senza divertirsi è praticamente impossibile. Servono le stesse facce di inizio anno, perché al di là del risultato, prima di tutto, bisogna ritrovare se stessi, cosa che per altro era accaduta nella rocambolesca sconfitta di una settimana fa, dove solo il punteggio ci aveva negato la gioia dei due punti.

 

GS Casoratese – CRAC Bionics Buccinasco 46 – 65

(16-17, 25-32, 34-44)

GS Casoratese: Turano 4, Lagger 2, Pandolfi, Magni, Battiston 2, Appendini 15, Gianoli, Bellotti 12, Boieri, Grieco 3, Colombo 8, Tomasini. All. Lazzarini

CRAC Bionics Buccinasco: F. Casciano 12, Romanoni, Fant 2, Borsi, Prataviera, R. Casciano 9, Bolongaro 2, Fornari 7, Moalli 15, Arisi 2, Kisonga 16. All. Contardi

SERIE C: PASSI AVANTI

Si deve ripartire da una sconfitta, sembra un controsenso, ma Casorate dai due punti persi sul campo di Lentate deve davvero prendere le basi e usarle per tutte le partite da qui alla fine del campionato. 40’ di voglia, intensità ed intelligenza sporcati solamente dal destino beffardo, che dice “NO” all’ultimo tiro della Casoratese, sconfitta con il punteggio di 66 a 65.

Partita giocata punto a punto per tutta la sua durata, le squadre si alternano al comando senza mai andare oltre i due possessi scarsi di vantaggio. Casorate resta anche maggiormente al comando delle operazioni nonostante i soliti problemi di formazione, con capitan Lagger ancora tormentato dal suo problema alla caviglia costretto a guardare dalla panchina i compagni. Coach Lazzarini intuisce la chiave di volta del match e decide di schierare una zona fronte dispari che manda in tilt il meccanismo offensivo di Lentate, squadra piccola e veloce, ma non sempre lucidissima nel leggere le situazioni.

Il finale è, come il resto del match, tiratissimo, si arriva a 8’’ dal termine sul +1 per i padroni di casa, avanti 66 a 65, Casorate costruisce un tiro di eccellente qualità, Appendini si alza con 4’’ sulla sirena, ma il ferro gli dice no, nella lotta a rimbalzo le maglie gialloblù sfiorano soltanto e l’epilogo è amaro.

Queste le parole di coach Lazzarini a fine partita: “Siamo stati in partita, abbiamo affrontato con grande lucidità e determinazione una partita tutt’altro che facile. I nostri giovani si sono comportati bene ancora una volta, giocando con grinta e voglia di lottare. Dobbiamo ripartire da qui per ritornare a vincere e muovere la nostra classifica”.

Venerdì Casorate tornerà al Pastorelli, ospiti dei nostri ragazzi i Bionics Buccinasco, squadra intensa e fisica che ci saprà dare del filo da torcere.

Groane Lentate – GS Casoratese 66 – 65

(18-19, 35-36, 50-52)

Groane Lentate:Del Pero 8, Novati 9, Losa 10 ,Bergna 12 , Mantelli 4, Bartesaghi 5, Brambilla 3, Casadio 4, Sampietro 2, Visini 9, Meroni. All. Bocciarelli

GS Casoratese: Turano 15, Lagger ne, Pandolfi, Magni ne, Battiston 2, Appendini 16, Gianoli 11, Bellotti 12, Boieri 2, Grieco 5, Colombo 2. All.  Lazzarini

 

SERIE C: NON BASTA UN TEMPO A CASSANO

Cade per la quinta volta in stagione – la quarta consecutiva – la Casoratese di coach Lazzarini, che a Cassano Magnago gioca una discreta pallacanestro per due quarti, ma alla prima difficoltà si spegne, perdendo 74 a 68 l’ennesimo match di un novembre stregato.

Casorate arriva alla vigilia della partita con i consueti problemi di formazione, ma tanta voglia di riscatto. Il punteggio dei primi due quarti mostra tutta la buona volontà dei gialloblu, abili nel far circolare con efficacia il pallone in un primo quarto dalle percentuali stellari, e altrettanto bravi nel resistere alla rimonta casalinga nonostante un aumento della qualità del gioco dei ragazzi di coach Vecchiè, nel secondo periodo.

Il terzo quarto è il crocevia dell’incontro: Cassano esce dagli spogliatoi rigenerata, mentre Casorate alla prima difficoltà va in affanno, non riuscendo più a gestire il vantaggio maturato nel primo tempo. Nel finale qualche scelta affrettata e qualche disattenzione di troppo condannano Casorate alla sconfitta, 74-68 il finale.

Per i nostri ragazzi ora arrivano due partite complesse, la prima in trasferta a Lentate con Groane, quindi al Pastorelli, dove Lagger e compagni ospiteranno Buccinasco.

 

Cassano Magnago – GS Casoratese 74 – 68

(16-28, 36-40, 54-47)
Cassano Magnago:  Aldizio 8, Milani, Cattalani 10, Poggiolini 17, Zacchello 6, Buzzi, Bolzonella 5, Battistini 6, Colombo, Bernasconi 11, Rocca 11. All. Vecchiè
GS Casoratese: Turano 18, Lagger, Pandolfi 2, Magni, Battiston 2, Appendini 14, Gianoli, Bellotti 18, Boieri, Grieco, Colombo 14, Tomasini. All. Lazzarini